Come utilizzare il sito web per generare nuovi clienti

by Maria Bordoni 17 Ottobre, 2018
Stampa

Molte piccole e medie imprese sono presenti online con dei siti vetrina che non hanno alcuna possibilità di attrarre nuovi potenziali clienti.

Un sito vetrina, infatti, è una sorta di brochure digitale che, non essendo ben indicizzato dai motori di ricerca e visibile nel web, può essere visitato soltanto da chi conosce già l’azienda in maniera più o meno precisa (come: i clienti attuali, i potenziali clienti incontrati o che hanno ricevuto una comunicazione aziendale o altri casi simili).

Utilizzare il web soltanto per pubblicare dei siti vetrina è un vero peccato perché significa rinunciare a priori alle straordinarie opportunità che la rete internet offre alle imprese.

Se anche la tua azienda ha un sito vetrina, non perdere altro tempo, intervieni subito per renderlo efficace!

Un sito web può ritenersi efficace se:

  • riesce ad ampliare la naturale visibilità dell’azienda e a farla conoscere ad un numero crescente di potenziali clienti
  • trasmette la giusta immagine, coerente con il posizionamento aziendale
  • procura dei contatti qualificati da parte di potenziali clienti in target

Ma quali caratteristiche deve avere un sito web per riuscire a raggiungere tali risultati?

Prima di tutto, il sito deve:

  • essere visibile e ben posizionato nei motori di ricerca
  • avere dei contenuti veramente interessanti per le tipologie di clienti che l’azienda vuole conquistare
  • trasmettere fiducia e la percezione che ciò che offre l’azienda ha caratteristiche più soddisfacenti rispetto ai concorrenti

Ma ancora non basta. Occorre fare in modo che almeno alcuni sconosciuti visitatori del sito – soprattutto quelli più interessanti e interessati – escano dall’anonimato e contattino l’azienda, palesando le loro esigenze e caratteristiche.

Per ottenere questo risultato è fondamentale:

  • creare dei contenuti particolarmente attrattivi per i clienti target
  • utilizzare “inviti all’azione” (call to action) e coinvolgenti “pagine di atterraggio” (landing page) per motivare i visitatori del sito a contattare l’azienda comunicando i propri dati.

Dopo aver realizzato i suddetti interventi di miglioramento del sito occorre coltivare bene i contatti spontanei procurati dal web per riuscire a trasformarne alcuni in clienti effettivi.

La coltivazione dei contatti spontanei può essere realizzata con modalità diverse caso per caso, ricorrendo anche a strumenti di marketing automation, che semplificano il lavoro riducendone i costi e consentono il monitoraggio preciso dei risultati raggiunti.

Se il contatto spontaneo avviene in una fase molto preliminare del percorso di acquisto, la coltivazione può avvenire attraverso un flusso di messaggi email di tipo informativo che, toccando i punti di maggior interesse del soggetto, creino quel rapporto di fiducia che è premessa fondamentale di un futuro atto di acquisto.

Se il contatto spontaneo avviene in una fase avanzata del percorso di acquisto, può essere più produttiva una telefonata e/o un incontro con un addetto commerciale.

Ogni azienda, a seconda del settore di attività, del modello di business e delle caratteristiche dei clienti target, dovrà mettere a punto le modalità più opportune per coltivare i contatti spontanei procurati dal proprio sito web.

Dotarsi di un sito web capace di generare contatti qualificati
e di un sistema per facilitare la loro trasformazione in clienti effettivi
può essere una straordinaria leva di sviluppo
per le piccole e medie imprese di molti settori.
Con un piccolo investimento si possono ottenere risultati straordinari!

Ti piacerebbe capire se e come la tua impresa può trovare nuovi clienti nel web?

Richiedi un colloquio telefonico GRATUITO E SENZA IMPEGNO con un nostro consulente

Noi rispettiamo la tua privacy, potrai cancellarti in qualsiasi momento
Social Shares